Terrore a Nizza. Camion sulla folla e spari in strada. 84 i morti, circa 50 i feriti

Terrore a Nizza. Camion sulla folla e spari in strada. 84 i morti, circa 50 i feriti

Panico sul lungomare Promenade durante i festeggiamenti francesi del 14 luglio. Oltre 70 morti e 100 feriti, ucciso l’autista. All’interno del camion ritrovate armi e granate. La Farnesina ha attivato l’Unità di crisi: il numero di emergenza è +39.06.36225.

CdG camion crivellatoSono già 84 le persone morte ieri sera a Nizza, sulla Costa Azzurra a sud della Francia, dove intorno alle 22.30 un grande tir è piombato sul lungomare lungo la Promenade des Anglais,  a folle velocità sulla folla lungo un tratto di almeno due chilometri, mentre erano  al termine dei fuochi d’artificio durante le celebrazioni per la festa nazionale del 14 luglio, la presa della Bastiglia. A confermarlo è stato il viceprefetto Sebastien Humbert, che ha riferito anche di “almeno un centinaio di feriti“. L’autista del camion, identificato come un 31enne francese di origini tunisine “è stato abbattuto“” dalla gendarmeria francese: all’interno del mezzo sono state ritrovate armi e granate, il che farebbe pensare a un attacco premeditato. Si tratta dell’attentato più sanguinoso in Francia dopo gli attacchi di Parigi del 13 novembre 2015.

Il camion che ha compiuto la strage sul lungomare di Nizza correva a 80 km orari sui pedoni. Un testimone oculare citato da l’Express ha raccontato “Ho sfiorato la morte. Ho visto gente stritolata, teste insanguinate, membra staccate” . Il camion, secondo quanto è stato ricostruito sulla base delle dichiarazioni dello stesso testimone, ancora sotto shock, sarebbe un mezzo da circa 18 tonnellate e lungo 15 metri. Durante la corsa, fatta a zig zag per investire il maggior numero di persone possibile,  il conducente dal mezzo pesante ha esploso colpi di mitra sulle persone radunate sul lungomare per guardare lo spettacolo.

CdG Nizza PoliziaTecnica già usata

La tecnica dell’auto o del camion sulla folla è stata più volte evocata in passato dai vertici dello Stato islamico come un modo per colpire gli occidentali, in particolare in Francia, considerato il nemico principale del Califfato. Nelle ultime settimane il primo ministro francese Manuel Valls non ha smesso di evocare la possibilità di un attentato terroristico, ma si temeva soprattutto un attacco durante gli europei di calcio che si sono conclusi domenica.

Il capo dei servizi segreti francesi Patrick Calvar durante un audizione a porte chiuse in Parlamento,aveva parlato della possibilità di un cambio di tattica dei terroristi, per esempio con il ricorso ad auto bomba.

Schermata 2016-07-15 alle 01.30.58

Una fonte della Polizia francese citata in diretta dall’emittente francese iTele riferisce che un uomo si era trincerato nel ristorante Buffalo a Nizza ed è stato arrestato dalla polizia francese. Pierre-Henry Brandet, portavoce del ministero dell’Intero francese, è intervenuto in diretta su Bfmtv parlando di “possibili complici” confermando l’assenza di ostaggi. Il camion sterzava di continuo, per colpire più persone possibile, proprio come fossero dei birilli, racconta un giornalista del quotidiano locale  Nice-matin, che si trovava sul lungomare al momento dell’attacco.

 Il social network Facebook ha attivato il suo servizio Safety Check che consente agli utenti di segnalare che sono in sicurezza. Facebook Francia già attivò il servizio durante gli attentati parigini del 13 novembre: all’epoca venne usato da cinque milioni di utenti. Su Twitter si sta diffondendo l’hashtag #PortesOuvertesNice, cioè “PorteAperteNizza“, per invitare i cittadini ad aprire le loro case e soccorrere e mettere in salvo le persone coinvolte nella strage.

La dinamica  dell’attentato

CdG attentato Promenade des Anglais

nella foto i morti sul lungomare Promenade des Anglais a Nizza

Una testimone oculare che si trova a Nizza ha raccontato ai microfoni di Sky Tg24 di aver visto un tir dirigersi a gran velocità verso i pedoni presenti sulla Promenade, per poi sentire esplodere numerosi spari dall’interno del camion. Alla fine della folle corsa, durata per almeno 300 metri, l’autista del mezzo sarebbe stato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia. Sulla strada ci sarebbero attualmente molti cadaveri, coperti con teli blu.

Un testimone intervistato in diretta da Bfm-Tv ha detto di aver visto oltre all’autista ha visto altri «tre uomini» uscire dal camion bianco. Una notizia che non trova ancora conferme ufficiali. Ma la città di Nizza viene controllata a tappeto.

L ’ex sindaco della città della regione di Nizza, Christian Estrosi, ha confermato che l’autista ha sparato contro la folla: “E’ il dramma più terribile mai perpetrato a Nizza nella storia contemporanea“, aggiungendo che tra le vittime ci sarebbe anche un alto responsabile della Polizia francese.

Appello ai francesi e turisti:”Rimanete in casa”  

CdG polizia attentato NizzaGli spari sono stati confermati anche dalla testimonianza di una lettrice del quotidiano torinese La Stampa, molto diffuso sulla Costa Azzurra, circostanza che farebbe pensare a un possibile attacco terroristico. Una tesi questa sostenuta anche dalla Prefettura di Nizza, che ha parlato di “possibile attentato“, consigliando di rimanere in casa con le porte chiuse . Christian Estrosi, attuale presidente della regione di Nizza (Provenza-Alpi-Costa Azzurra)  ha scritto su Twitter: “L’autista di un camion ha investito e ucciso decine di persone. Non uscite di casa” . Nel caos attuale  i taxi di Nizza stanno caricando gratuitamente le persone per aiutare le forze di Polizia ad evacuare la zona trasportando la gente fuori dal centro abitato, mentre crescono con il passare dei minuti i controlli a tappeto nella zona per accertare la presenza di eventuali complici dell’attentato terroristico. Gli inquirenti sono alla ricerca di eventuali complici dell’autista del camion.

Schermata 2016-07-15 alle 01.53.49

L’Isis festeggia in Rete  

I sostenitori dell’Isisstanno celebrando il massacro di Nizza“: è quanto riporta su Twitter il Site, il sito di monitoraggio delle attività jihadiste sul web. “Notando le luci della torre Eiffel spente in segno di lutto – scrive ancora il Siteun sostenitore dell’Isis ha chiesto che rimanga al buio fino alla conquista della Francia da parte dello Stato Islamico”.  Siamo alla follia !

Il premier francese Manuel Valls e il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve sono giunti presso l’unità di crisi della Place Beauveau, a una cinquantina di metri dal Palazzo dell’Eliseo nel cuore di Parigi. Il presidente Hollande che stava rientrando d’urgenza da Avignone, arriverà verso le 2. Fonti del ministero riferiscono inoltre che Cazeneuve si recherà a Nizza “nelle prossime ore”.

Una testimonianza italiana  

Quando c’è stato l’attacco sulla folla  “in meno di 30 secondi decine e decine di persone si sono accalcate in preda al panico nel mio locale. Non ho più una sedia né un tavolo. La gente rischiava di restare schiacciata all’interno, è allucinante“: questa è la testimonianze resa in diretta telefonica su SkyTg24 da un ristoratore italiano di Nizza, Thomas Russo, che ha descritto il panico seguito all’attentato. Russo ha detto che la polizia ha ordinato alla gente di non uscire dai locali in cui si è rifugiata.

 

Il filmato girato dal connazionale Marco Rampoldi, regista teatrale

 

Confine con l’ Italia rafforzato  

Schermata 2016-07-15 alle 02.20.21Immediatamente sono stati disposti dei rigidi controlli di polizia su tutte le auto in ingresso in Italia dalla Francia ai valichi di frontiera secondari, mentre al valico autostradale di Ventimiglia le verifiche vengono effettuate solo su alcune auto. II confine italo francese, che si trova a poche decine di chilometri da Nizza, è stato bloccato per alcuni minuti subito dopo il terribile attentato. La Polizia ed i Carabinieri hanno iniziato a controllare ogni automobile che si è presentata alla frontiera, sia ai valichi che si trovano sull’Aurelia sia a quello autostradale di Ventimiglia.

L’attività di prevenzione è stata annunciata a tempo indeterminato: le autorità italiane sconsigliano di recarsi nella zona di Nizza (molto frequentata dagli italiani del nord ovest,  per tutta la giornata di oggi e almeno fino a quando non rientra lo stato di emergenza proclamato dalla prefettura delle Alpi marittime.

Il ministro della Difesa Pinotti parla di “Nuova tragedia”  

CdGpinotti twitter nizzaNuova tragedia colpisce la #Francia in una giornata di festa x la nazione e i cittadini. Al loro fianco per sconfiggere questi vili assassini“, ha scritto su Twitter il ministra della Difesa Roberta Pinotti. Mentre il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha annunciato di aver convocato per questa mattina alle 9 una riunione del Comitato per l’Analisi Strategica Antiterrorismo.

 La Farnesina ha attivato l’Unità di crisi: il numero di emergenza è +39.06.36225. 

 

Schermata 2016-07-15 alle 03.02.26

Ecco un altro numero (dall’ Italia +331. 4317.5646 )per avere notizie di parenti e amici che non siete riusciti a contattare a Nizza.

 

 aggiornamento in tempo reale

image_pdf
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !